Lettere familiari ad Alvise Querini

Lettere familiari ad Alvise Querini

Nelle 163 lettere che Francesco Lippomano scrive al genero Alvise Querini durante i due anni nei quali quest'ultimo rappresenta la Repubblica di Venezia a Parigi (1795-1797), seguiamo settimana dopo settimana, il dramma spirituale di un aristocratico veneziano che vede prima messi in dubbio, e poi distrutti, i valori e le istituzioni nei quali credeva con cieca e assoluta fede. I 1200 anni della storia repubblicana davano la certezza ai Patrizi Veneti che mai sarebbe potuta avvenire la fine della loro indipendenza e del loro prestigio. La delusione fu quindi veramente straordinaria e in queste lettere l'intero graduale processo degenerativo viene descritto con grande passione e sincerità.