Il soffio del vento

Il soffio del vento

Siamo nell'anno del Signore 1201. Il mercato della Vuccirìa si anima tra i suonatori arabi e gli odori intensi delle spezie.

Due soldati cristiani si aggirano tra la folla, quando la loro attenzione è attratta da un banchetto di frutta che si rovescia. Di là del banco due bambini fuggono: uno di loro ha la pelle scura, con i chiari tratti arabi; l'altro è magro e con i capelli biondi. Nella calda atmosfera del tramonto palermitano, tra il suono delle campane e il canto del Muezzin, un cristiano e un musulmano corrono verso un destino che li vedrà protagonisti di una vicenda straordinaria. Il mondo assisterà all'incredibile avventura di Federico che, per uno strano gioco della sorte, diventerà il re cristiano più temuto e idolatrato che la storia ricordi e di Yasaar, un soldato saraceno, che lotterà al suo fianco fino all'ultimo respiro. Il soffio del vento racconta una storia d'amicizia, di tradimenti e di misteri celati nelle antiche architetture di un'abbazia, di amori vissuti all'ombra di un impero in un mondo ricco di contraddizioni e di meravigliose scoperte.