300 la saga: 300 guerrieri. La battaglia delle Termopili-300. Nascita di un impero. La battaglia di Salamina

300 la saga: 300 guerrieri. La battaglia delle Termopili-300. Nascita di un impero. La battaglia di Salamina

Combattuta nel 480 a.

C. per difendere la liberta ellenica contro l'avanzata di Serse, la battaglia delle Termopili passò alla storia come un immortale esempio di eroismo. Uno solo dei trecento guerrieri di Sparta sopravvisse: Aristodemo, ritiratosi in seguito a una ferita. Il suo punto di vista sui giorni concitati che precedettero lo scontro è raccontato in "300. La battaglia delle Termopili": è quello di un soldato che disprezza il suo re e comandante, Leonida, e che solo dopo il tragico esito della resistenza all'invasione capirà i retroscena dell'impresa e l'eroismo dei suoi. "300. Nascita di un impero" ci immerge nel successivo scontro tra Greci e Persiani: mentre Temistocle ed Euribiade, i due comandanti della flotta greca, attendono il nemico nei pressi dell'isola di Salamina, ad Atene è rimasto solo un pugno di difensori, asserragliati sull'Acropoli. Tra loro, Basilide e Labda, due profughi delle città greche d'Asia sotto il dominio persiano, e Diceo, un reduce delle Termopili. Ma Serse ha un asso nella manica: una donna, affascinante e spietata.

È Artemisia, la tiranna di Alicarnasso, sua amante, consigliera, e la più abile dei suoi ammiragli...