Il delitto Winckelmann. La tragica morte del fondatore dell'archeologia moderna

Il delitto Winckelmann. La tragica morte del fondatore dell'archeologia moderna

Un efferato delitto, il colpevole catturato, una pena esemplare, il cordoglio universale per la tragica morte del fondatore dell'archeologia e della storia dell'arte moderna: tutto chiaro? E invece no, ci sono troppi buchi nella ricostruzione dei fatti, troppe zone oscure nella verità ufficiale frettolosamente imposta sulla morte di Johann Joachim Winckelmann avvenuta a Trieste l'8 giugno 1768. Perché dietro quella "banale" vicenda criminale si cela forse un complicato e oscuro intrigo internazionale che vede coinvolte le grandi potenze dell'epoca: il Vaticano, i Gesuiti, il Papa Nero. Una lotta spietata per il potere e per la sopravvivenza. Con il ritmo del romanzo giallo, Paola Bonifacio ricostruisce sulla base dei verbali del processo di Trieste e dei documenti d'archivio una verità molto diversa da quella riportata nei libri di storia.