Ruvida

Ruvida

Da bambino emigra in Brasile. Il razzismo, il ritorno in patria dove, dopo 11 anni fuori, diventa anche lì uno straniero. Gli anni settanta, le contestazioni e tutte le contraddizioni di un epoca che lo segnerà profondamente.